Grand Master Ip Ching

  Grado :   Grand Master
  Nome :    Ching
  Cognome :   Ip
  Nato a :    Foshan
  Età :   78
  Scuola di :    Ving Tsun

Ip Ching è figlio più giovane del defunto Gran Maestro Ip Man, nacque a Foshan, in Cina nel 1936. Ip Ching crebbe a Foshan e cominciò il suo allenamento al Wing Chun all' età di 11 o 12 anni. sotto la guida diretta di suo fratello. Quando Ip Man abbandonò la Cina per andare ad Hong Kong nel 1949 prese con sè la sua figlia più grande. A malincuore dovette lasciare i suoi figli ed altre figlie con la loro mamma. In Cina benchè Ip Man praticasse solamente Kung Fu Cinese fu bandito durante la Rivoluzione edited Culturale, Ip Ching fu determinato a mantenere il suo allenamento durante l'assenza del padre. Così stette sveglio intere notti per praticare e migliorare le sue forme sino al giorno in cui dovette lasciare la Cina per andare ad Hong Kong nel 1962. Dopo essersi laureato venne accompagnato a Canton (Cina).

Quando arrivò ad Hong Kong Ip Ching si riunì col padre e fu molto felice di riprendere il suo allenamento nel Wing Chun. (nel passato c'era la tradizione che quando una famiglia aveva una qualsiasi Maestria od era in commercio, questi venivano tramandati da padre in figlio e di generazione in generazione). Ip Ching visse con suo padre e con gli studenti del padre che andavano a casa loro per prendere lezioni private. Osservando suo padre insegnare, Ip Ching ricevette enorme comprensione e conoscenza nel Wing Chun e il metodo di insegnamento di suo padre. Sei settimane prima che il Gran Maestro Ip Man morisse, Ip Ching e suo fratello più anziano Ip Chun furono presenti ad un evento storico nella loro casa in Tong Choi Street. Suo padre si rese conto di non avere più tanto tempo per vivere ed arrabbiato che qualcuno potesse acclamare che a lui avesse insegnato delle tecniche segrete o modificato le forme, e nonostante i dolori che comportava la sua malattia eseguì le forme Siu Lim Tau, Chum Kiu e Muk Yan Jong in un film a 8 mm disponendo di mantenere puro e tradizionale il Wing Chun Kung Fu. I films furono affidati ai suoi due figli. Dopo la morte di Ip Man la casa passò in possesso di Ip Ching dove tutt'ora vive. A quell'’epoca Ip Ching insegnava Wing Chun part time perché la sua azienda era produttiva. In 1994 il Gran Master Ip Ching pensò che fosse tempo per andare in pensione ed iniziò ad insegnare Wing Chun a tempo pieno nella Ving Tsun Athletic Association e privatamente in casa sua. Dal momento del suo ritiro Gran Master Ip Ching è stato invitato in tutto il mondo per insegnare il Wing Chun e parlare dell' insegnamento del suo defunto padre. I praticanti di Wing Chun di tutto il globo vanno nella sua palestra nell' Associazione in Hong Kong per allenarsi con lui ed i suoi studenti. Più tardi gli feci da assistente a mio padre durante le sue lezioni fino alla sua morte, avvenuta nel 1972. Proprio facendogli da assistente ho imparato molto e desidero trasmettere le mie conoscenze attraverso questo libro (il Centenario della morte di Ip Man) che viene pubblicato in occasione dei cento anni dalla nascita del Maestro Ip Man: mi auguro che tutti i praticanti di Wing Chun possano aggiungere qualcosa in più alla loro conoscenza di tale arte. Il Maestro diceva sempre: Senza dubbio è difficile per un allievo scegliersi l' insegnante, ma è altrettanto difficile per l'insegnante scegliere l'allievo. Questo significava che ogni allievo doveva allenarsi con molta serietà ed impegno e doveva instaurare un rapporto di completa fiducia con l'insegnante: questo era l'unico modo per estrapolare il proprio talento, elemento che per il Maestro Ip Man era molto importante. Per 20 anni egli ha seguito rigorosamente tali principi, che devono essere di esempio per tutti coloro che si avvicinano al Wing Chun.

Il Wing Chun è pratico, semplice e completamente privo di fronzoli. Il Maestro dava grande importanza agli allenamenti di base degli allievi e quando insegnava Siu Lim Tau, senza limitazioni di tempo, collegava l' insegnamento della posizione corretta alla coordinazione dei fianchi e all'utilizzo della forza; insegnava ai suoi allievi sempre qualcosa di nuovo, rispondendo a tutte le loro esigenze. Egli non tralasciava mai nulla e faceva in modo che le sue lezioni fossero chiare e mai evasive. Un altra caratteristica del metodo di insegnamento del Maestro era quello di dare un insegnamento che fosse conforme all'attitudine di ciascun allievo: egli analizzava lo spirito, il carattere, la forma fisica, la corporatura, la formazione culturale e il modo di pensare dell'allievo e solo dopo questa analisi egli impartiva la lezione: in questo modo essa risultava più facile all'allievo. Durante la lezione egli dava molto spazio anche alla lotta libera. Lo scopo era quello di infondere all'allievo fiducia nel Wing Chun, in modo che egli potesse studiarlo senza difficoltà. A prescindere dalle grandi conquiste nel Wing Chun, nella sua gioventù il Maestro ebbe un' elevata preparazione culturale. In seguito egli non smise mai di apprendere nozioni scientifiche moderne. In questo modo egli poteva utilizzare le cognizioni tecniche attuali come, per esempio, la meccanica e la matematica per spiegare le regole del Wing Chun. Egli poteva perfino elencare anche concetti come i cinque elementi, gli otto diagrammi, l'interazione dei cinque elementi, che normalmente venivano impiegati nella metafisica. Questo lo aiutava nella chiarificazione delle Arti Marziali ed era anche il suo segreto; non diceva mai frasi del tipo" Io ho incontrato un genio o un eremita che mi ha insegnato poteri straordinari" anzi, esecrava tali persone che, secondo lui, volevano unicamente impressionare in questo modo i propri allievi. Egli era dell'idea che tali persone non sarebbero mai riuscite ad instaurare un rapporto di fiducia con il loro allievo e quindi ad insegnare nel modo corretto le regole dell'Arte Marziale. Il segreto della lezione del Maestro Ip Man non consiste solo nei punti che ho elencato fino ad ora: io spero che i miei compagni riescano ad esplorare ancora altri aspetti significanti dell ' insegnamento del Maestro.